giovedì 27 ottobre 2011

6 # THE PETTICOAT LINE




“We,” he said, his voice sounding shockingly normal, “are going to have the first banns read next Sunday. It is high time I made an honest woman of you. Besides, it may be possible to pass off an eight-month child as an early bird, but a seven- or six-month child would look scandalously suspicious. It might even be whispered that we had anticipated our wedding night.”
“Shocking indeed.” She sighed with contentment. “Sunday it will be, then.”


Devo ringraziare Mary Balogh per questo estratto (non vi svelo da quale libro l'ho preso... ) e per il tema di questa borsa.
Confesso di averlo interpretato in modo abbastanza libero, anche se la cicogna, più ancora delle crinoline (il petticoat del titolo) richiama la breve spiegazione e la dedica che avevo preparato per la borsa, ossia: "per chi vuole mettere la testa a posto".
Un tuffo nelle atmosfere dei tempi che furono, per ricordarsi non solo delle conquiste di oggi, ma anche di quanto abbiamo lasciato indietro.

Una postilla: qualcuno mi ha fatto notare che le spiegazioni che ho scritto per contestualizzare le borse (ed il progetto) non sono chiarissime. Ho fatto apposta, per stimolare qualche curiosità e magari qualche commento. Se avete domande dirette scrivetemi.


Borsa in tessuto non tessuto con applicazionI in cotone; pezzo unico, realizzata artigianalmente riciclando una shopping bag sponsorizzata. Misura cm 29 x 36 x 8. Lunghezza complessiva manici 113 cm.
All'interno è presente una etichetta in cotone con scritto il nome della borsa.
Disponibile anche in confezione regalo.

Nessun commento:

Posta un commento