venerdì 25 gennaio 2013

My darling sister

A volte, molto raramente, mi capita di lavorare su commissione.
Di solito si tratta di oggetti per la casa, oppure borse, ma stavolta ho voluto strafare: mia sorella mi ha chiesto una gonna da mettere in occasione del Summer Jamboree ma che fosse poi utilizzabile anche tutti i giorni.
Per non complicarci eccessivamente l'esistenza abbiamo optato per il modello a ruota, diventato subito a mezza-ruota quando la scelta del tessuto è ricaduta sul jeans... bello pesante, viste le esigenze di mia sorella ("...così posso sedermi in terra").

Il modello in sé è così facile che non ho neanche fatto il tracciato su carta, ma l'ho disegnato direttamente su stoffa dopo aver preso le misure e deciso la lunghezza gonna.
(Non sto neanche a fare il tutorial, visto che basta una semplice ricerca con google; solo una precisazione: la linea diagonale deve essere 1,5 cm più CORTA della lunghezza laterale, per far sì che la gonna cada bene).
Anche la realizzazione non presenta particolari problemi, soltanto nel fare l'orlo bisogna stare un po' attenti visto che il tessuto è pesante e non si può usare il "piedino arrotolino" (in italiano: piedino per orlo arrotolato).

Missione compiuta? Non per me.
In primo luogo, mi è avanzata abbastanza stoffa da poter realizzare un "sopra", e sto valutando se sperimentare finalmente un Pattern Magic oppure ripiegare su un normale top smanicato.
Poi, in un recente baratto mi è stata donata dalla mia amica Mena (è bello avere interessi diversi.... guardate qui.cosa combina Mena...) una tenda in chiffon sintetico rosa pesca; ho quindi deciso che, come complemento per la versione anni '50, avrei realizzato un sottogonna.
Non volevo aggiungere volume eccessivo - avrei dovuto usare il tulle -  ma per dare l'idea dei fifties ho aggiunto una cintura realizzata con un foulard, anch'esso barattato.


Due automatici laterali per attaccare e staccare la sottogonna, e voilà!!
Sorella soddisfatta, ma ingorda, visto che mi ha chiesto altre tre gonne.
Come al solito, le buone azioni non restano mai impunite...

Nessun commento:

Posta un commento