domenica 9 giugno 2013

Volevo essere A.N.A.S.

Qualche settimana fa ho ricevuto in dono un taglio di licra...


... colore arancio fluo! Anche una reietta come me sa che i toni fluo "vanno un casino quest'anno" (per dirla alla Zooolander), quindi mi sono detta che non potevo non fare qualcosa con la stoffa... perfetta per un costume, ma anche per una gonna dal modello semplice che, in ogni caso, non passa inosservata.

All'inizio, la destinataria del lavoro era mia sorella, che ha i colori e l'incarnato giusto per l'arancio fluo, una tonalità che altrimenti addosso a me farebbe l'effetto di un sacco da autopsia; la mia cavia però si è ribellata, dicendo che lei non indossa gonne aderenti (inutile spiegare che a caval donato non si guarda in bocca, e che le dimensioni della stoffa non permettevano lavori diversi)... ma io tiro dritto per la mia strada, ed ecco la gonna finita (scusate la posa fotografica, ma se una non fa la vamp con una gonna del genere, con cosa dovrebbe farla?):


E' realizzata quasi interamente a taglia-e-cuci, usando il filo in poliestere che rimane elastico. L'unica parte cucita con la normale macchina è l'orlo, che giusto per strafare ho voluto impreziosire con un bordino in pizzo.
Se vi piace l'effetto, e volete realizzare la gonna, partite dal cartamodello della gonna a tubo o gonna base, ed apportate due semplici modifiche:
1) la parte dietro anzichè da due teli è composta da un singolo telo, da tagliare sulla stoffa doppia;
2) la parte davanti va tracciata per intero (e non tagliata su stoffa doppia); per disegnare i drappeggi, tracciate sotto la linea del bacino alcune righe che devono essere parallele. Il numero delle righe, così come la distanza tra di esse dipende dai vostri gusti, e dalla quantità di stoffa disponibile. Io avevo 20 cm a disposizione, quindi ho deciso di tracciare cinque righe distanziate di 4 cm l’una dall’altra.


Tagliate il cartamodello (ma non completamente!) lungo le righe tracciate, ed aggiustate incollando della carta. Richiudete le pieghe, tagliate la carta in eccesso sul fianco ed otterrete un disegno simile a quello in figura. L’operazione va ripetuta per tutte le pieghe.

Alla fine tra cartamodello, cucitura e foto ci ho preso gusto, e non escludo di indossare la gonna per fare la pazzerella in giro...

Nessun commento:

Posta un commento