martedì 27 ottobre 2015

Di lavori autunnali, chiacchiere e sewing cafè

Mi sono iscritta ad un corso di cucito presso l’oratorio del mio paese.
In realtà, è più un sewing cafè: ci troviamo ogni martedì, ognuno porta il progetto a cui sta lavorando al momento e si cuce insieme; le più brave aiutano le neofite, e si discute di tecniche, modelli, moda e pettegolezzi… sono veramente contenta, mi serviva una valvola di sfogo e un po’ di contatto con la sewing community reale.

Il primo progetto che ho completato da quando ho iniziato con le ragazze è una vestaglia per il nano.
Quella dello scorso anno (eccola) oramai era diventata corta e piccola, per cui ho ripreso il cartamodello allargando ed allungando (soprattutto allungando, ben 12 cm!!) ed ecco la nuova vestaglia.


Il tessuto prescelto è un iper-pile (termine coniato da me), ossia pile all’esterno e pile all’interno: in pratica, uno scafandro!!


Come lo scorso anno, ho profilato il tutto con il nastro in sbieco, anche perché ripiegare per l’orlo sarebbe stato alquanto difficoltoso, ed ho previsto la chiusura con zip. Targhetta con nome personalizzato, e via, pronti ad affrontare anche il freddo più intenso.

2 commenti:

  1. Ciao Serena, anche io frequento un corso di taglio e concordo con te che è davvero piacevole e stimolante!
    Molto carina la vestaglia da grande freddo... ;-)
    Bacio,
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sara, anche il nano apprezza, anche se ha voluto che cambiassi la zip con una meno rigida, in modo da potersi vestire da solo...

      Elimina