lunedì 29 febbraio 2016

Abito a incrocio Kielo

Attenzione: questo post contiene una buona dose di anni settanta

Gennaio per me è un mese di indolenza: i postumi delle festività, il Carnevale a ridosso (ed il costume per il nano da realizzare), varie ed eventuali… alla fine ho avuto poco tempo e cucito poco.
Però ho scelto bene il cartamodello, perché l’abito Kielo di Named Clothing si è rivelato semplice e veloce da fare ma al tempo stesso di grande effetto.


Lo scorso Novembre era stato pubblicato e messo a disposizione gratuitamente (a grande richiesta) il cartamodello con relative istruzioni della manica, per completare il vestito che altrimenti ne era sprovvisto (qui il blog del sito Named Pattern, con tutte le indicazioni).


Ho atteso i saldi prenatalizi – nella pagina Facebook di Named Saara e Laura fanno sempre uno speciale calendario dell’avvento – per acquistare il modello in pdf, che preferisco a posto del cartaceo.

Sono particolarmente soddisfatta, perché questo modello (un “wrap dress” molto particolare) a differenza del tradizione abito a vestaglia / a incrocio sta bene praticamente a chiunque… ho già ricevuto delle richieste di realizzarlo!!
Come si vede in foto, oltre all'aggiunta delle maniche ho anche accorciato la lunghezza.
Devo inoltre ringraziare Tiz e Chiara, del mio corso di cucito, che mi hanno spiegato come rifinire lo scollo.

Abbinato come ho fatto io con gli stivali con il tacco, a mio avviso fa tanto anni settanta; abbiamo fatto le foto a casa di un’amica, un pomeriggio che avevo voglia di “posare”… ma senza prendermi troppo sul serio!




2 commenti:

  1. Evviva gli anni settanta! Il vestito ti sta molto bene e mi piace molto anche il tessuto che hai scelto. Sono contenta di esserti stata d'aiuto :)

    RispondiElimina