lunedì 14 marzo 2016

Abito Lexi: un progetto molto meditato

Attenzione (anche) questo post contiene una buona dose di anni settanta

Finalmente ho trovato il tempo e lo spirito giusto per fotografare l’abito che avevo cucito per Natale, e che poi invece non ho messo.


Il modello è Lexi, di Named Clothing (sì, sempre loro…), un cartamodello stampato che ho acquistato ad Abilmente, e già sperimentato nella variante corta (qui).

Non ho apportato particolari modifiche, se non allungare il tutto ed aggiungere anche le maniche in fodera, e ho lavorato di gran lena per finirlo, ma poi non sono rimasta del tutto soddisfatta non tanto dell’esecuzione né del modello, quanto del fatto che questo abito mi stia effettivamente bene.


Ha una linea ad A, e non segna il punto vita, quindi non proprio nelle mie corde, anche perché cerco sempre di cucire cose che poi effettivamente indosserò. Ho lasciato l’abito appeso nell’armadio a decantare per diverse settimane, poi mi sono decisa ad indossarlo ricevendo commenti positivi…
Ve lo mostro in delle foto dal vago sapore anni settanta, e di nuovo ho scattato le foto nella bellissima villa della mia amica, facendo un po’ di pose sceme.


Nessun commento:

Posta un commento