domenica 24 aprile 2016

Fashion Revolution Week 2016 - Giorno 7

Sì, ma in definitiva...
CHI PRODUCE I MIEI VESTITI?
Da ora, farò in modo di saperlo.

sabato 23 aprile 2016

Fashion Revolution Week 2016 - Giorno 6


Starò attenta ai miei vestiti, nei quali (perdonate il gioco di parole) ho INVESTITO i miei soldi, guadagnati lavorando ed impiegando il mio tempo, la risorsa più preziosa che ho.
Quindi, in definitiva, starò attenta a come impiego il mio preziosissimo tempo.

venerdì 22 aprile 2016

Fashion Revolution Week 2016 - Giorno 5

Eviterò di acquistare capi che so già dureranno poco (anche se io sono una che tiene bene le cose, e le mette a lungo) privilegiando la qualità.
In particolare, non abboccherò al messaggio "è firmato, quindi è di qualità, quindi costa", ed andrò invece a controllare che la qualità sia reale.

giovedì 21 aprile 2016

Fashion Revolution Week 2016 - Giorno 4

Il risultato della ispezione al mio guardaroba?
Una sacco di vestiti finiti senza rimpianti nel raccoglitore giallo di Humana.

mercoledì 20 aprile 2016

Fashion Revolution Week 2016 - Giorno 3

Ho passato ai raggi X il mio guardaroba, selezionando gli abiti che indosso più volentieri (perchè mi piacciono, o semplicemente perchè mi stanno bene).

martedì 19 aprile 2016

Fashion Revolution Week 2016 - Giorno 2

Il corso di cucito sta volgendo al termine.
Questa sera faremo una piccola sfilata inter nos per celebrare l'impegno di questi mesi, indossando tutti i capi che abbiamo realizzato.

lunedì 18 aprile 2016

Fashion Revolution Week 2016 - Giorno 1

Questa è la settimana del Fashion Revolution: ricordate? Ne avevo parlato qui

Nonostante io sia stata colpita da un po' di svogliatezza, ho deciso di fare qualcosa di concreto, giorno per giorno, e aggiornare il blog con le mi azioni concrete.

Maggiorni informazioni sul movimento qui: http://fashionrevolution.org/


Ho controllato i miei cassetti ed il mio armadio, e selezionato tutti gli abiti che necessitano di piccole riparazioni, e provveduto a ricucire bottoni, fermare fili volanti etc.
Con orgoglio, ho notato che nessuno di questi abiti era stato cucito da me!!

martedì 5 aprile 2016

La nuova collezione Named "Royals"... summer is coming!

Evviva evviva evviva è uscita la collezione primavera / estate di Named!!

Visto che non ho nessun tipo di collaborazione, ma semplicemente una sincera ammirazione per il loro lavoro e gusto estetico (e per aver scelto misure di riferimento che poi non devo modificare), mi permetto di recensire a mio insindacabile giudizio i nuovi modelli.
Che:
- sono ispirati alle grandi monarchie del settecento ed al Rococò, reinterpretate semplificandone i volumi (vorrei vedere) ma mantenendo il gusto per le decorazioni e le linee - la collezione si chiama, opportunamente, ROYALS
- hanno una palette di colori freddi, soprattutto blu, bianco e nuance "nude"
- richiedono l'uso di stoffe solide e robuste o al contrario leggere e impalpabili: nessuna via di mezzo
- sono otto (modelli), di cui due 2in1 (3 abiti, 3 bluse, 2 pantaloni, 1 top, 1 gonna).

Premesso che io evito come la peste tutto quello che anche solo lontanamente fa "La casa nella prateria" (non mi piace) non credo che cucirò mai la blusa / abito Marie né la blusa Madeleine



Non mi hanno colpito particolarmente nemmeno la gonna Eleonora e l'abito Beatrix, probabilmente per una questione di linee e vestibilità.


Invece, salvo (e forse cucirò) i pantaloni Astrid e il top Grace.
I pantaloni sono un modello 2in1, viene proposta anche la versione short.



Ma il top Grace!!!
Ora, la realizzazione proposta è MOLTO "casa nella prateria", ma vedo linee e dettagli interessanti, e una volta tolto il pizzo non sembrerà più il corsetto di mia nonna.


Tutto sommato, sono abbastanza soddisfatta di questa nuova collezione, coerente per quanto non esattamente in linea con la mia estetica e visione del mondo, entrambe ferme al 2014 "All things nice".

Come scritto ad inizio post, ho riportato opinioni personali, non ho avuto contatti con le titolari di Named (che pure conosco) per recensire i loro modelli, e soprattutto le foto sono state prese dal sito di Named.