venerdì 18 novembre 2016

Ancora Abilmente

Cosa si può dire di una fiera (Abilmente Autunno) conclusa da oltre un mese?
A parte il fatto che mi sono divertita enormemente al corso di Felicità a pacchi, che sfoggio la mia borsa gialla, e che ho comprato della pelle per realizzare delle pochette origami.




Oppure, vi potrei raccontare del signore conosciuto per caso, mentre mi riposavo per qualche minuto in un'area relax, che ogni anno accompagna sua moglie e le amiche di lei.
Odia la fiera, per cui si porta giornale, libri e pranzo al sacco, ed attende seduto che le signore visitino i padiglioni; occasionalmente, fa "il palo" agli acquisti, ma solo fino alle 16, perchè poi si torna a casa, a Cavarzere.

E invece vi racconto un'altra storia, che inizia due anni fa.
Nell'estate del 2014, dopo un'assenza di diversi anni, sono tornata in vancanza in montagna, in Valle Aurina (un indizio: oltre i monti è già Austria).
A Campo Tures ho conosciuto Claudia, che realizza abbigliamento per bambini e rivende tessuti tedeschi e finlandesi coloratissimi, e quest'anno in fiera, l'ho ritrovata.
L'attività Alpinschnuller (qui il sito, e qui la pagina facebook) nel frattempo si è ingrandita, Claudia ha aperto un sito web che da poco ha tradotto anche in italiano.
Quando le ho spiegato dove e come ci eravamo conosciute, è rimasta colpita dalla mia memoria... non ho avuto il coraggio di confessarle che in realtà avevo riconosciuto i suoi tessuti, poi il suo logo "muccoso", e quindi lei.
Però, almeno questa volta, sono riuscita a portare a casa un "souvenir": un jersey che servirà a cucire dei pantaloncini da bimbo.


Nessun commento:

Posta un commento